CHIESA DI S. TOMMASO DA VILLANOVA E FONTANA DEL BERNINI

La fotografia, scattata in piazza della Libertà a Castel Gandolfo, raffigura la facciata della chiesa di San Tommaso da Villanova e la fontana costruita dal Bernini.


La pontificia collegiata di San Tommaso da Villanova è una tipica chiesa in stile cinquecentesco, inaugurata nel 1661 e costruita da Gian Lorenzo Bernini nel 1658, su commissione del Papa Alessandro VII Chigi; lo stemma della famiglia Chigi sovrasta la facciata della costruzione.

La chiesa si erge su piazza della Libertà  e rappresenta il principale luogo di culto degli abitanti di Castel Gandolfo.

All’interno della chiesa sono custodite molte opere di considerevole valore artistico. La cupola, alta 50 metri, è ornata dagli stucchi di Antonio Raggi, che era uno scultore allievo del Bernini; si possono ammirare anche alcune opere di Pietro da Cortona, tra cui la pala della Crocifissione e i dipinti del Borgognone.

Anche la fontana di pregevole fattura, in primo piano, è attribuita a Gian Lorenzo Bernini. L’artista, nominato Architectus Sanctissimi et Reverendissimae Camerae Apostolicae da papa Urbano VIII nel 1629, restaurò la fontana nel 1660.

Con molta probabilità la fontana nacque insieme alla costruzione dell’antico castello; fu spostata nel borgo intorno al 1624, anno in cui il Maniero si adoperava nel trasformare il vecchio maniero nel Palazzo Pontificio.

Osservando la fontana saltano all’occhio gli stili dello stelo, della vasca e del calice; stili ben diversi tra loro, ma perfettamente riconducibili a tre dei più grandi artisti di quel tempo: Maderno, Bernini e Borromini, quest’ultimo è l’indiscusso autore dei quattro cherubini alati che sorreggono il calice.

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: