Il Cimitero Acattolico di Roma risale al 1716, secondo la documentazione inerente il permesso  concesso da Papa Clemente XI,  per i membri della Corte Stuart in esilio dall’Inghilterra, ad essere sepolti di fronte alla Piramide.  Oggi come allora, il terreno dove sorge il cimitero è a ridosso di due antichi monumenti: la Piramide di Caio Cestio, risalente circa al 12 a.C., e le Mura Aureliane.

Dal sito web ufficiale del Cimitero Acattolico di Roma: La tomba più antica e di cui si sono trovate tracce è quella di George Langton, laureatosi ad Oxford.  I suoi resti furono trovati durante degli scavi effettuati nel 1929, coperti da una placca a forma di scudo in piombo recante una iscrizione. Il primo nord americano fu sepolto nel 1803 (la diciottenne Ruth McEvers) e nello stesso anno, il Barone Friedrich Wilhelm von Humboldt, ministro della Prussia e residente a Roma, vi seppellì suo figlio Wilhelm di nove anni. Tra il 1738 e il 1822 trovarono sepoltura più di sessanta persone.

Nel 1821 il Papa proibì di effettuare ulteriori sepolture di fronte alla Piramide concedendo però un lotto di terra adiacente intorno al quale fu costruito un muro perimetrale (il “Nuovo Cimitero”). Nel 1824 la Santa Sede permise lo scavo di un fossato di protezione intorno al Cimitero Vecchio.

Il Nuovo Cimitero fu ampliato per ben due volte nel corso del 19° secolo. Il secondo ed ultimo ampliamento del 1894 gli conferì dimensioni e definizione, nella misura che vediamo tutt’oggi.  Una cappella fu eretta nel 1898.

Nel 1910, un accordo formale con l’allora Sindaco di Roma, Ernesto Nathan, definì il Cimitero come culturalmente importante e degno perciò di speciali salvaguardie. Nel 1918 fu dichiarato Zona Monumentale d’Interesse Nazionale.

Per maggiori informazioni, potete visitare la nuova storia del Cimitero www.cemeteryrome.it/Stanley-PriceLibro.html

All’interno del Cimitero Acattolico, si trova una piccola cappella. Costruita nel 1898 dall’architetto tedesco Andreas Holzinger, è un’interessante fusione tra stili classici e nord europei (maggiori informazioni sulla storia e sulla progettazione della cappella, si possono trovare in http://www.cemeteryrome.it/press/webnewsletter-it/n.7-2009.pdf)

cimitero roma

Sito Web: http://www.cemeteryrome.it/visit/visite.html

Ingresso principale per i visitatori
Via Caio Cestio, 6 nel Rione di Testaccio
00153 Roma

Indicazioni
Via Caio Cestio è una laterale di Via Marmorata sul lato nord della piramide. L’ingresso del cimitero si trova sulla sinistra a metà della strada.

Mezzi pubblici
Linee 3-75-23-60-83-95-280-30-175
Metro B – Stazione Piramide

Orario di Ingresso
Lunedi – sabato 9:00 – 17:00 (ultimo ingresso 16:30)
Domenica e festivi 9.00 – 13.00 (ultimo ingresso 12.30)

cimitero roma
Anna Giangregorio
Autrice delle fotografie

Il nostro intento è quello di offrire un nuovo spunto di viaggio verso posti meravigliosi ma poco conosciuti; con un modo di viaggiare sostenibile e con costi ridotti.

Per fare questo fino ad ora abbiamo utilizzato i nostri fondi sia per la gestione del sito web sia per le spese relative ai viaggi; tuttavia i pochi fondi che avevamo stanno terminando.

Chiediamo a chiunque voglia ed abbia piacere, un piccolo aiuto per poter far vivere il nostro sogno  e per continuare a condividerlo con voi.

Le persone che ci aiuteranno avranno diritto, se vorranno, al loro nominativo (al collegamento all’account instagram, facebook o al sito web se presente), inserito nell’articolo relativo al luogo che avranno contribuito a farci visitare e condividere.

Un viaggio in Italia attraverso le fotografie

Annunci

Mi piace:

Mi piace Caricamento...
X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: