FIAMMETTA DA MERETRICE AD AMANTE DI CESARE BORGIA

 

Nel centro storico di Roma, lungo via dei Coronari, tra via Giuseppe Zanardelli, via degli Acquasparta e via della Maschera d’Oro, si trova una piazzetta intitolata a Fiammetta, una giovane ragazza che da meretrice divenne amante di numerosi uomini facoltosi del tempo.

 

Fiammetta Michaelis era una ragazza nata a Firenze da Michele e Santa Cassini; nel 1478, a soli tredici anni, alla morte del padre, giunse a Roma insieme alla madre.

Sia la madre che la figlia svolgevano l’attività di meretrice e venivano definite cortigiane oneste, cioè in grado di sostenere conversazioni colte; appartenevano a questa tipologia di meretrice molte altre donne buona parte delle quali abitava nel Rione Ponte.

Fiammetta conquisto in poco tempo i favori di molti uomini importanti del tempo tanto da diventare, nel 1479, erede di buona parte beni del cardinale Iacopo Ammannati Piccolomini, di cui è stata amante.

PREVISIONI METEO A ROMA
TROVA IL TUO HOTEL IN VIA DEI CORONARI
Booking.com

Dell’eredità facevano parte una vigna situata nei pressi del Vaticano e tre palazzi collocati in via dei Coronari 157, in vicolo della Palma e in via Acquasparta 16.

Nel 1493 Fiammetta diventa l’amante di Cesare Borgia, famoso cardinale e condottiero; figlio illegittimo del papa Alessandro VI, Cesare Borgia era chiamato il Valentino dopo essere stato nominato dal re di Francia Luigi XII Duca di Valentinois.

Fiammetta Michaelis morì nel 1512; fu seppellita all’interno della cappella dellachiesa di Sant’Agostino, di proprietà della meretrice già nel 1506 e dove si trovava anche il cardinale Ammannati Piccolomini.

Oggi le tombe non ci sono più; un tempo nella chiesa di Sant’Agostino c’erano, oltre a quella di Fiammetta Michaelis, le sepolture di Giulia Campana e delle sue figlie Tullia d’Aragona e Penelope, tutte cortigiane oneste.

 

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: